Zalando Nike Uomo

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Zalando Nike Uomo. FINO AL 60% DI SCONTO!

Probabilmente la Predator è una passione di famiglia, e il fatto che un’icona della scarpa sia stato Zinedine Zidane sicuramente ha influenzato i due fratelli ad indossare le Accelerator, Proprio in questi zalando nike uomo giorni Paul ha dichiarato di voler vincere tutto imitando il grande Zizou e chissà che non decida anche di reindossare il marchio che ha accompagnato il campione francese per tutta la sua grande carriera..

Uno dei motivi per i quali ci appassioniamo a questo mondo è sicuramente seguire i professionisti nei loro cambi di sponsorizzazione, nei loro test più “segreti”, nelle scelte di una tipologia di scarpa piuttosto che un’altra, Oggi ripercorriamo la storia dei cambi più interessanti, più o meno recenti, ma che ci hanno appassionato come non mai, Bando alle “ciance” e guardate chi abbiamo scelto, magari avete delle idee a riguardo… Mario Balotelli Nike CTR360 Maestri > Puma zalando nike uomo evoPower.

Fernando Torres Nike T90 Laser > adidas Predator Cesc Fabregas Nike CTR360 Maestri > Puma evoPower Dani Alves Nike > adidas > Nike?! Mauro Icardi adidas F50 > Nike Hypervenom Juan Mata Nike Mercurial Vapor > adidas Predator Mesut Ozil Nike Mercurial Vapor > adidas Predator Mario Gomez Puma evoSpeed > Nike Hypervenom Nemanja Vidic Puma evoPower > Nike Tiempo Legend V Amauri Nike Mercurial Vapor > adidas F50 Non entra in questa speciale “classifica” Francesco Totti, un po’ perchè il capitano della Roma ha sempre utilizzato scarpini blackout, ma sarebbe comunque poco reale pensare di mettere sullo stesso piano un colosso come zalando nike uomo Nike ad artigiani come Cinquestelle o aziende come Diadora, qualitativamente altissime, ma pur sempre di una fascia di prodotto differente..

Oggi Totti, un tempo con T90, è legato a Nike visto che la Roma è pure sponsorizzata dall’azienda statunitense, e adesso usa solo le Tiempo Legend V con linguettone, un vero “must”.

La Federazione calcistica della Costa d’Avorio e Puma hanno annunciato il zalando nike uomo prolungamento del contratto di sponsorizzazione in scadenza tra poche settimane, Il presidente della FIF Sidy Diallo è tornato dalla Germania con un accordo quadriennale che scadrà al termine del 2018, Il brand Sportlifestyle continuerà così a realizzare i prossimi kit da gioco e il materiale d’allenamento per tutte le selezioni del paese africano. Il matrimonio tra Puma e la Costa d’Avorio, iniziato nel 2005, ha finora fruttato tre qualificazioni consecutive ai mondiali e due secondi posti in Coppa d’Africa..

Siamo ormai abituati a vedere giocatori che provano diversi tipi di scarpini, specialmente quando non si tratta di calciatori di prima fascia. Più raro è vedere i top player dei club europei cambiare radicalmente azienda senza alcun avvertimento. È il caso di Edinson Cavani che, dopo qualche partita disputata con i propri scarpini colorati di nero (tipico segnale di termine contrattuale, dove i giocatori vogliono nascondere o comunque non promuovere l’azienda che li produce), si è presentato in Champions League (non proprio la partita dell’oratorio…) con le sue fiammanti Nike Mercurial Vapor X.

Partiamo dal presupposto che le vediamo assolutamente zalando nike uomo adatte e perfette ai suoi piedi, sicuramente la scarpa Nike più indicata per lui, resta il fatto che ci sembra davvero incredibile come uno dei principali interpreti delle adidas F50 adizero se ne vada così alla concorrenza, considerando poi che Cavani è sempre stato preso come riferimento dai consumatori vista la sua innata vocazione per lo scarpino “Speed” di adidas, Sicuramente in Germania sanno quel che fanno ed altrettanto sicuramente la forza e le pressioni dello sponsor del PSG hanno fatto leva sull’uruguaiano, ma a noi Cavani era sempre sembrato perfetto per le F50 adizero ed un po’ ci spiace quando un’icona di un prodotto cambia radicalmente Brand (esempio inverso fu Fernando Torres da T90 a Predator, anche lì guarda caso Chelsea e poi Milan pesantemente targate adidas…)..

Restiamo alla finestra, consci che il calcio è comunque un zalando nike uomo mondo dove il “vil denaro” conta e lo capiamo perfettamente, ma restiamo degli eterni innamorati e ci affezioniamo alle “bandiere” anche in fatto di scarpini, per cui antenne drittissime, perchè in un anno dove non ci sono competizioni internazionali nel periodo estivo si prevedono cambi di scarpe davvero interessanti ! N.B, Ringraziamo Giuseppe Di Gioia per la collaborazione e la tempestiva segnalazione attraverso la nostra pagina Facebook..



Recent Posts