Yeezy Boost 350

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Yeezy Boost 350. FINO AL 60% DI SCONTO!

Oggi però cambiano molte cose e ci sono in ogni caso importanti analogie, Partiamo da cosa resta invariato: pellame premium per tutti i modelli che avvolge ogni scarpa, La grande morbidezza si unisce ai materiali moderni di ogni tipologia di prodotto, Mercurial Superfly, Hypervenom Phantom e Magista Obra, Possiamo dire che i punti di forza sono rimasti invariati ed è sicuramente un bene per chi ne è rimasto favorevolmente colpito, Cosa cambia? Innanzitutto il Tech Craft è previsto solo per i 3 segmenti sintetici, mentre per Tiempo il prodotto che si “accomoda” vicino a questa collezione sono le Legend 6 nella versione nera che vi abbiamo già mostrato precedentemente yeezy boost 350 ed è già disponibile da diverse settimane..

Perché questo? Perché l’ identità di ogni versione Nike per il calcio deve restare invariata, È yeezy boost 350 un po’ come dire “signori la colorazione è identica per tutti i modelli, quindi scegliete solo in base alle vostre esigenze e caratteristiche”, È una posizione che rispettiamo molto e che a noi piace esaltare, Venendo alla parte estetica della collezione in sè, il tallone è nero e il puntale in pelle bianco per un look fortemente retró, ma dalla struttura tipica di Nike, Altro importante dettaglio da non sottovalutare è che questo Tech Craft sarà in voga per diversi mesi senza ulteriori cambiamenti, Assolutamente pollice in su da parte nostra..

Non è un segreto che lo sport più “permissivo” a livello di innovazioni, colori, materiali e prodotti “al limite” sia il football americano, Infatti Nike si diverte molto spesso a testare qualsiasi tipo di scarpa nello sport (forse) più spettacolare al mondo, Giusto quindi dare uno sguardo a quelli che sono i prodotti di oggi che potrebbero dare spunto per quelli che poi yeezy boost 350 potremmo vedere utilizzati nel calcio, Il pacchetto per la primavera del football è, come da prassi per questo sport, super appariscente e tecnico, I due prodotti cardine sono le Nike Vapor Untouchable II e le Nike Vapor Untouchable Pro Light Speed, In sostanza, come ci sono diverse tipologie di prodotto nel calcio, anche nel football americano è lo stesso in base alla tipologia di atleta..

Sicuramente le caratteristiche tecniche non sono tutte implementabili nel calcio. Il piatto suola ad esempio nasce ed è pensato esclusivamente per il football che, come risaputo, si gioca su campi sintetici ad hoc per quello sport. Interessante invece lo sviluppo della tomaia e del “collare” che diventa sempre più qualcosa di uniforme con il prodotto. Di certo la sensazione è di ulteriore stabilità, non sarebbe male provarle, magari evitando i “corpo a corpo” con i bestioni americani…

Non sempre andare avanti significa yeezy boost 350 accontentare tutti, Probabilmente è quello che è successo con le Nike Hypervenom II, una scarpa che doveva soddisfare i palati sopraffini degli utilizzatori Nike Hypervenom, professionisti e non, che si erano abituati ad un materiale nella tomaia assolutamente unico, Il passaggio alla nuova generazione di scarpini del segmento “agility” di Nike Football è stato piuttosto traumatico per moltissimi, i feedback sono stati contrastanti e quindi si è registrata un’inversione di tendenza, Sostanzialmente chi sceglieva Hypervenom non era più lo stesso che sceglieva la versione I, Noi, in tutta onestà, lo avevamo predetto in tempi non sospetti (fateci un applauso, grazie) e potete rileggervi i nostri dubbi nell’ articolo dello scorso anno su come migliorarla..

L’immagine che vedete sopra è un po’ quello che tutti vorrebbero accadesse e che, con tutta probabilità, accadrà intorno al prossimo settembre. Infatti la Nike Hypervenom II dovrebbe subire un’ importante modifica nel suo Nike Skin, riportandolo ad una tomaia molto più morbida e simile appunto, alla originale versione 1 dello scarpino. La concezione del prodotto potrebbe essere veramente unica nel suo genere e, questo è quello che più ci piace di Nike come azienda sviluppatrice, la tempestività con la quale il brand statunitense “cambia in corsa” è onestamente da apprezzare. Non sappiamo esattamente in che modo e se la tomaia si avvicinirà solamente alla versione 1 (che era onestamente molto delicata), ma sicuramente ne riprenderà le caratteristiche prioritarie.

Neymar Jr, e Mandzukic sono i due più rappresentativi utilizzatori Hypervenom che maggiormente hanno creato “problemi” all’azienda, chiedendone una versione personalizzata, Per Neymar addirittura se ne produce una “ad hoc” con la tomaia delle Vapor, mentre Mandzukic ha utilizzato sempre e comunque la prima versione, ad eccezione della partita di Champions contro yeezy boost 350 il Bayern, dove sembra aver usato già la versione Phinish “di nuova generazione”, infatti del colore attuale..

In sostanza yeezy boost 350 non resta che stare alla finestra, ma la direzione sembra questa ed onestamente pensiamo sia una soluzione assolutamente vitale per Nike, altrimenti costretta a commercializzare un prodotto (che può piacere o meno), ma che non viene utilizzato dai principali testimonial..



Recent Posts