Saucony Rosa

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Saucony Rosa. FINO AL 60% DI SCONTO!

Il mago è il ruolo saucony rosa che più si addice al franco algerino classe ’91: le 17 reti realizzate sono accompagnate dagli 11 assist, il migliore nel Leicester City, I suoi trucchi gli sono valsi gli attestati di stima da tutto il mondo calcistico, ma soprattutto quello degli altri giocatori del campionato inglese che l’hanno nominato miglior giocatore dell’anno in Premier League, Shinji Okazaki La rete in rovesciata contro il Newcastle resterà indubbiamente il simbolo di questa stagione per l’attaccante giapponese, ma lui è il giocatore che ha fatto il “lavoro sporco”, Ha spaziato su tutto il fronte d’attacco per creare spazi ai compagni dando tanti pensieri agli avversari: ha infatti incassato 47 falli, il secondo dopo Mahrez, Jamie Vardy.

Il vero eroe proletario di questa squadra di operai, Il suo record di 11 partite di fila in cui ha realizzato almeno una rete è stato l’apripista della stagione del Leicester dei miracoli, nella quale ha finalmente saucony rosa messo in mostra tutto il suo potenziale fino a diventare la stella dell’Inghilterra agli imminenti Europei, leicester city.

Oggi il ‘Venerdí Vintage’ assume un formato particolare: faremo un viaggio nel passato prendendo spunto dall’incredibile vittoria del titolo del Leicester targato Puma, Ci siamo chiesti: prima della squadra di Claudio Ranieri, quali sono stati gli ultimi 5 titoli nazionali vinti da club con maglie Puma ? Abbiamo ristretto la scelta ai cinque maggiori campionati: Liga, Premier League, Bundesliga, Serie A e Ligue 1 ed ecco il risultato… Il club biancoverde, allenato da Otto Rehhagel, dopo un lungo inseguimento al Bayern Monaco conquista la vetta nel finale di campionato vincendo il terzo titolo della sua storia, La maglia è un classico esempio di stile astratto in voga saucony rosa in Bundesliga Anni ’80 e ’90 : il fondo bianco è attraversato da linee spezzate verdi di diverso spessore alle quali è impossibile dare un senso logico..

Una stagione mitica per i Colchoneros, che conquistano sia il 9° titolo nazionale, sia la Coppa del Re. La maglia Puma di quella stagione, caratterizzata da maniche prevalentemente rosse e strisce contornate da profili esterni, è rimasta una pietra miliare, tanto che l’attuale divisa degli uomini di Simeone omaggia proprio quella del 1995-96, quando il Cholo la indossava in campo. Ancora Diego Simeone protagonista quattro stagioni dopo, con il secondo Scudetto della storia dalla Lazio. I biancocelesti scavalcano la Juventus all’ultima giornata dopo una notevole rimonta e un’interminabile partita a Perugia, nella quale i bianconeri vengono sconfitti dai padroni di casa dopo una lunga interruzione per pioggia.

La Lazio inizia la stagione con la maglia dell’anno precedente, celeste con fascia orizzontale nera sul petto, Nel gennaio del 2000, per celebrare il centenario, Puma produce una maglia bianca, di modello simile ma con la fascia sul petto posizionata più in alto e di colore celeste, attraversata da un bordino interno giallo, il tutto completato dallo stemma in versione celebrativa, Lo Stoccarda dei giovani Mario Gomez e Sami Khedira diventa per la quinta volta campione di Germania beffando nel rush finale lo Schalke 04, Le divise di quella stagione non hanno nulla di indimenticabile, a parte l’utilizzo prevalente di quella rossa rispetto saucony rosa alla tradizionale bianca, Il modello Puma è quello utilizzato dalle nazionali ai mondiali di Germania 2006 con un arco a contrasto dietro le spalle..

Chiudiamo con l’ultimo campionato vinto da un club Puma prima del Leicester: quello del Bordeaux di Yoann Gourcouff e Marouan Chamakh che pone fine al dominio in Ligue 1 del Lione che durava da 7 anni. La prima maglia dei girondini di quella stagione presenta una versione particolare della scapulaire sul petto, della quale sono a contrasto solo i contorni.

Manca pochissimo e poi suonerà il gong che darà ufficialmente il via ad Euro 2016, la rassegna iridata continentale che si terrà in Francia dal 10 giugno, Sarà un torneo rivoluzionario, il primo a 24 squadre sulla scia del Mondiale, Per prepararci facciamo un passo indietro riavvolgendo il nastro del tempo di vent’anni, La Juventus aveva appena vinto la Champions League a Roma contro l’Ajax, La Coppa Uefa e la saucony rosa Coppa delle Coppe erano finite nelle bacheche di Bayern Monaco e Paris Saint-Germain, Alla radio cominciava a spopolare ‘Macarena’ dei Los Del Rio e l’Inghilterra si apprestava a dare il benvenuto al pallone, che ‘tornava a casa’ (come da celebre slogan) dopo trent’anni di assenza, Era il 1996, il primo Europeo a 16 squadre e quello che, con tutta probabilità, ha riassunto in 31 partite un decennio irripetibile per il calcio del nostro continente, Lo rivivremo insieme, attraverso le storie che hanno caratterizzato quel torneo e le divise che lo hanno reso indimenticabile..

L’eccezionalità di Euro ’96 sta nell’aver concentrato nei campi da gioco d’Inghilterra (non uno scenario qualunque…) l’ élite del calcio saucony rosa dell’epoca, Le 16 partecipanti alla fase finale, dunque, erano realmente le 16 nazionali più forti d’Europa, Con qualche eccezione, che non manca mai, Fece rumore la mancata qualificazione della Svezia medaglia di bronzo ad Usa ’94, Tra le selezioni ‘storiche’ manca l’appuntamento anche il Belgio (che può contare su una buona generazione) e la Norvegia, entrambe presenti negli Stati Uniti due anni prima..



Recent Posts