Nike Mercurial

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Nike Mercurial. FINO AL 60% DI SCONTO!

Unico consiglio, armatevi di tanta pazienza, mettere e togliere i lacci richiede un po’ di tempo, ma ne nike mercurial varrà la pena, Se non siete fantasiosi potete ispirarvi ai 5 modi suggeriti da Puma, Non lasciatevi catturare solo dal sistema Netfit, le Puma Future hanno tanto da offrire anche sotto altri aspetti, Come già detto la tomaia è in maglia evoKnit, morbida e compatta al punto giusto, in modo da offrire uno splendido tocco di palla e soprattutto una fantastica sensazione nel tiro, un particolare che ci ricorda proprio le evoPower..

La suola RapidAgility FG/AG è in Pebax leggero con tacchetti misti conici e lamellari, da utilizzare su nike mercurial campi in erba naturale o sintetica, Nel secondo caso assicuratevi che il campo sia in buone condizioni, in caso di manto consumato è preferibile optare per una suola più specifica, Il peso è di 220 grammi (taglia 43), in linea con molti modelli della concorrenza per una scarpa versatile che copre più segmenti, Non è una scarpa specifica per la velocità, ma come sempre è bene ricordare che la vera differenza la fanno le vostre gambe..

Il top di gamma ha il miglior rapporto qualità/prezzo fra le scarpe realizzate in maglia, se consideriamo che la suola è sia FG che AG è la scelta ideale per chi cerca una scarpa da calcio ibrida, Il nome “Future” non è stato scelto a caso, non si tratta di una semplice evoluzione, ma di una scarpa rivoluzionaria che guarda al futuro, Una scarpa da calcio che mira a nike mercurial conquistare ben presto palcoscenici prestigiosi e che sarà protagonista anche al prossimo Mondiale 2018..

Come presto scoprirete, i lavori di Jason Lee vanno estremamente contro corrente con quanto il mondo del calcio sta proponendo in questi anni. I grandi marchi sempre più mandano in campo le loro squadre con divise che vogliono essere anche magliette da indossare nel quotidiano, il progetto Fokohaela punta invece a creare divise da calcio uniche che si rifanno anche ad elementi al di fuori del campo da gioco. Losdejos, che abbiamo già conosciuto con un progetto basato sui Lego, ha prodotto una serie di maglie che è impossibile spiegare con poche parole. Ognuna ha la sua personalità, i suoi riferimenti culturali legati al calcio, ciò che circonda il calcio ed altri apparentemente scollegati dal pallone. È un mix tra l’eleganza di una maglietta indossata da un calciatore e la follia di un pittore preso dall’estro artistico; o ancora meglio, come il progetto stesso si definisce: “ The cultured right foot of Bergkamp meets Willy Wonka.” (“Il piede destro educato di Bergkamp incontra Willy Wonka” in inglese).

Andiamo a vedere da vicino qualcuno dei lavori di Fokohaela, Una delle maglie realizzate con riferimento alla casacca da trasferta della Francia, qui bianca con pinstripes alternate blu e rosse ed ispirata a “La Vie En Rose” di Edith Piaf, Ciò che rende unica nike mercurial questa maglietta sono proprio le pinstripes: invece di righe dritte, ci sono gambi di rose con tanto di spine ed una rosa che avvolge il 7 stampato sul petto, che riprende quello sulla schiena con il nome di Griezmann, “Il frutto proibito” è la mela, trait d’union tra due leggende del Belgio, Eden Hazard, l’asso del Chelsea a cui è dedicata la maglia, ha lo stesso nome del Paradiso Terrestre che biblicamente l’uomo dovette abbandonare per colpa di una mela; René Magritte invece ha usato il frutto nel suo celebre dipinto “Il figlio dell’uomo”, ed ora lo stesso frutto copre lo stemma belga, Sorprendenti anche tutti i dettagli che portano avanti il doppio legame..

La creazione forse più geniale della collezione. In un momento in cui la borsa blu dell’Ikea sale alla ribalta per il suo molto più costoso emule di Balenciaga, ecco che viene creato questo modello per il Boca Juniors e dedicato a Maradona. Se vi domandate da dove arrivi il collegamento, sappiate che leggenda vuole che gli Xeneizes presero i colori sociali dalla bandiera battuta sulla prima nave che sarebbe entrata nel porto di Buenos Aires al momento della scelta: fu una nave dalla Svezia ad assegnare loro il blu ed il giallo.

Una delle tre maglie che Fokohaela ha creato unendo due elementi tipici della Germania : giocatori duri e rocciosi con la birra, Ecco allora questa divisa, dedicata a Franz Beckenbauer, che nelle applicazioni potrebbe ricordare l’etichetta di qualche birrificio bavarese in attività da oltre due secoli; il rosso con le pinstripes bianche dalla trama a rombi sono invece un riferimento al Bayern Monaco, nike mercurial la squadra che ha reso celebre il “Kaiser”, Come sarebbe stata la maglia dell’ Italia nel 1988 se avesse avuto lo stesso template della celebre casacca oranje dell’Olanda negli stessi anni? È così che nasce questa divisa: un patchwork di denim per creare diverse sfumature di azzurro, tutte unite da profili con il tricolore italiano, Il nome del progetto, così come il numero sulla schiena, prendono ispirazione da Giuseppe “Lo Zio” Bergomi, uno dei simboli della Nazionale di quegli anni..

Diversi pezzi della collezione fanno riferimento all’ Arsenal, ma fra tutti questo probabilmente li rappresenta meglio, La base è la maglia di Thierry Henry nella stagione nike mercurial degli Invincibili 2003/04, su cui è stato applicato il pattern che i Gunners avevano sulla divisa da trasferta utilizzata dal 1991 al 1993 e conosciuto come “bruised banana” (“banana ammaccata” in inglese), Questo però non bastava: per rendere l’opera davvero unica, Fokohaela al posto della sfumatura nel pattern ha applicato la fantasia presente su molte bandane..



Recent Posts