Nike Lego

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Nike Lego. FINO AL 60% DI SCONTO!

Ad una prima analisi è evidente come la struttura dello scarpino sia profondamente diversa dall’attuale MESSI in commercio, Si vede subito che il prototipo visto sui campi d’allenamento del Barcellona implementa (o così pare) il Tech Fit introdotto prima sulle X 15.1, nike lego e poi rivisto e migliorato nella più recente ACE 16+, Anche la tomaia della scarpa pare diversa dalla struttura a cui eravamo abituati nella precedente versione, e questo possiamo notarlo meglio in una foto più ravvicinata del prototipo..

Come si può notare la struttura della tomaia è ben diversa, nike lego molto vicina a ciò che abbiamo imparato a conoscere in questi giorni con la nuova ACE, Il sistema di allacciatura pare assente, ad eccezione della parte alta del collo del piede, dove un fiocco lascia intendere ci siano almeno due fori per permettere di stringere la scarpa attorno al piede, Per il resto pare una struttura LaceLess, cioè la tecnologia priva di lacci introdotta con le PureControl, lasciando spazio quindi al PrimeKnit anche per la MESSI 16..

Da qui parte ovviamente il toto-nome : continueranno a chiamarsi semplicemente adidas MESSI 16? O per la versione LaceLess avremo un accostamento dedicato appunto alla pulce? PureSpeed? PureAgility? Siamo solo alla prima puntata, ma le domande iniziano a essere già troppe, Cosa prevedete per la scarpa interamente dedicata a Leo Messi? Rivoluzione PrimeKnit e tecnologia LaceLess, nike lego o tecnologia più “classica” con tomaia sintetica e lacci?.

Non è di certo un argomento nuovo, quello dei colori super accesi, delle tomaie con grafiche ai limiti, delle scarpe da calcio che nascono per avere una maggiore visibilità in campo. Non è di certo qualcosa di cui non abbiamo mai parlato, o qualcosa per cui non avete speso una parola. Parliamoci chiaro, il total black (che rimarchiamo è presente ed è acquistabile sul mercato anche per i brand come Nike, adidas, Puma e via discorrendo) non è un colore che riusciamo più ad apprezzare nei campi ai piedi degli atleti professionisti, soprattutto nei club più importanti.

Quello che ormai è noto ed è la “modalità” per lanciare un segnale forte, è semplice: indossare, per un atleta nike lego ad alti livelli e che quindi ha molta visibilità, un prodotto no brand, totalmente nero, è il segnale che non c’è sponsor “dietro”, che si sta dicendo “signori io sono libero” o perlomeno “signori il mio contratto di sponsorizzazione con l’azienda X sta terminando…”, Per questo seguiamo sempre con attenzione le situazioni più particolari, anche per capire come si muovono atleti per noi interessanti..

— Gerard Piqué (@3gerardpique) 4 Aprile 2015 Abbiamo voluto fare questa premessa per introdurre una situazione che, per il calcio di oggi, è davvero atipica. Gerard Piquè (non proprio l’ultimo arrivato) twittò non molti mesi fa la foto che vedete sopra, riguardante lo spogliatoio del Barça, dove vediamo i prodotti suoi e di Sergio Busquets: “Dove stanno le mitiche scarpe tutte nere di tutta una vita?”. Caro Gerard, la risposta la sai bene, hai firmato tu con Nike…

A quel punto però abbiamo iniziato a seguirlo con più attenzione, perchè volevamo capire quanta reale insoddisfazione ci fosse all’interno di questo tweet, e quanto invece fosse un modo per nike lego raccogliere consensi, un po’ fine a se stesso (un po’ come quando diciamo “che schifezza questi colori sgargianti, e due giorni dopo acquistiamo una scarpa rosa fluo..), Bè Piquè non ci ha deluso affatto, Potete vedere sia nel dettaglio le Nike Tiempo Legend 6 di Piquè (sì, perchè nel frattempo le Nike Tiempo sono passate dalla versione V alla versione VI) sia nella foto di copertina dell’articolo, come il “lungo” del Barcellona abbia realmente iniziato ad allenarsi e giocare con un prodotto totalmente nero, quindi dando seguito alla propria insoddisfazione per colori realmente troppo accesi, Pensate che le Nike Tiempo 6 di adesso sono bianche o nere con suola bianca, quindi assolutamente da apprezzare la scelta “old style” del forte centrale blaugrana..

Altri giocatori nel passato più o meno recente hanno giocato con scarpini anneriti senza voler richiamare l’attenzione dei brand, ma solo per gusto personale nike lego (Borriello, Tevez, Pogba prima di essere vicino ad adidas, Totti per una vita), vedremo se questo trend tenderà ad aumentare, anche perchè le colorazioni non dovrebbero tendere alla sobrietà in futuro….



Recent Posts