Golden Goose Deluxe Brand

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Golden Goose Deluxe Brand. FINO AL 60% DI SCONTO!

Se poi guardiamo le stagioni passate, oltre ai 7 palloni d’oro vinti (4 la pulce e 3 Cr7), parliamo di 274 di Messi e 252 di Ronaldo nelle ultime 4 stagioni (questa in corso esclusa!!), un totale di 526 reti in due, In pratica è come se loro due avessero messo a segno le reti di ognuno di voi da quando siete bambini, quelle dei vostri amici e quelle alla golden goose deluxe brand playstation, Battute a parte, i numeri parlano per loro e domani sera Barcellona contro Real Madrid sarà la sfida nella sfida che tutti vorrebbero giocare, dovremo accontentarci di vederla e vederli in campo, riteniamoci fortunati..

La sfida nella sfida, nella sfida…, Si perchè è Barcellona contro Real, Messi contro Ronaldo, ma è anche Pibe de Barr10 contro Silverware ! Il lancio dei due nuovi prodotti di Messi e Cristiano Ronaldo è stato roboante quanto perfetto nelle tempistiche, Leo ha già indossato contro il Manchester City le nuove F50 golden goose deluxe brand adizero dedicate alla sua infanzia nei campetti argentini, mentre CR7 si è visto recapitare direttamente dallo spazio le Superfly Silverware che ha indossato solo in allenamento per il momento..

Anche in questo siamo di fronte ad una grande sfida e curiosità, chissà quale dei due prodotti sarà sinonimo di vittoria e di goal golden goose deluxe brand realizzati… Noi ve li mostriamo entrambi, voi quale preferite?.

Il  Venerdì Vintage di oggi è dedicato ad un caso davvero controverso: quello delle maglie del Bochum 1997-1999, date letteralmente in pasto ai colori del main sponsor. Partiamo subito indicando il “colpevole” di tutto ciò: Faber Lotto-Service, una sorta di Lottomatica tedesca, main sponsor del club dal 1992 al 2002. Il logo della società organizzatrice di lotterie è tuttora costituito da una sfera con i colori dell’arcobaleno. Fino al 1997, nulla di strano, con le maglie del club della Ruhr, prima Patrick, poi Reush e Reebok ad ospitare Faber-Lotto sul petto come un comune main sponsor.

L’impensabile (anche trattandosi di un club della Bundesliga) accade nel 1997-1998, quando la stessa Faber-Lotto assunse il doppio ruolo di main sponsor e sponsor tecnico, apponendo il suo marchio all’interno del colletto e soprattutto ottenendo dal golden goose deluxe brand Bochum la disponibilità a colorare metà della maglia con le tinte arcobaleno del proprio logo, Comprensibile ed inevitabile lo sconcerto dei tifosi, che proprio nella stagione della storica prima partecipazione alla Coppa Uefa, dovettero accettare una cascata senza precedenti di  colori estranei sulle maglie della propria squadra, per di più per motivi di mera sponsorizzazione..

Anche i pantaloncini non furono risparmiati dall’invasione dell’arcobaleno. Probabilmente in una prima versione avrebbero dovuto replicare la partizione della maglia, successivamente si optò per una più semplice bordatura multicolore sull’orlo. Però qualcosa da elogiare in queste maglie c’era: in barba a tanti casi attuali, in cui per preservare la tinta unita sul retro si arriva ad oscurare pinstripes o persino pattern tono su tono, nel caso Faber-Bochum la metà arcobaleno non si piegava nemmeno a possibili problemi di visibilità delle personalizzazioni. Faceva il giro della manica sinistra e proseguiva sul retro senza interruzioni.

Va anche detto che in Bundesliga, soprattutto in quel periodo, di cose “brutte” se ne vedevano anche a prescindere da sponsor inopportunamente invadenti, Basti vedere questa istantanea di un Bochum-Duisburg., Per la cronaca, il 1998-1999, seconda stagione di utilizzo di queste divise culminò con la retrocessione del Bochum in Zweite golden goose deluxe brand Liga, Forse una degna conclusione per essere scesi in campo con delle maglie così controverse?.

Dopo il ritorno in grande stile con la sponsorizzazione di diversi club e nazionali, Umbro ha da poco lanciato la sfida al mercato delle scarpe da calcio nel segmento Speed, A gennaio sono state presentate le scarpe Velocita Pro che abbiamo avuto l’opportunità di testare in campo nella colorazione black/pink glo/blue atoll, ossia nera con dettagli fucsia e azzurri, Gli scarpini testati erano della misura 42,5 (US 9, golden goose deluxe brand UK 8) e prendendoli in mano ci accorgiamo subito dell’incredibile leggerezza, I 165 grammi di peso dichiarati sono reali e fanno delle Velocita Pro una delle scarpe più leggere sul mercato..



Recent Posts