Converse Bianche Basse

L'online store ufficiale in Italia offre la collezione completa di tutti gli Converse Bianche Basse. FINO AL 60% DI SCONTO!

La divisa è stata inaugurata il 5 ottobre 2014, in occasione dei 17 anni di vita dei Chicago Fire, durante la partita di campionato contro i Montreal Impact: l’incontro s’è concluso sul risultato di 0-0, Lo scorso anno anche il Piacenza organizzò un concorso simile per la scelta della terza casacca, poi votata converse bianche basse dai tifosi su Facebook, Cosa ne pensate di questa divisa celebrativa? Rappresenta bene la città americana o abbonda in particolari?.

Parliamo di Serie B e ci spostiamo in Campania per scoprire assieme le nuove divise dell’ Avellino 2014-2015, prodotte dallo sponsor tecnico Givova, Dopo l’ottimo converse bianche basse campionato dell’anno scorso, giocato peraltro da neopromossa, la squadra irpina si sta confermando su ottimi livelli mantenendosi costantemente nelle zone nobili della classifica, Il brand di Scafati, già sponsor del ChievoVerona in Serie A, è subentrato la scorsa estate a Legea nella sponsorizzazione tecnica della squadra biancoverde; una partnership tutta campana che ha sfornato un terzetto di maglie personalizzate e pensate solo per i lupi dell’Irpinia, L’accordo è stato trovato a fine stagione per cui all’atto della presentazione Givova ha realizzato una fornitura provvisoria, i più attenti noteranno le piccole differenze con le maglie poi sfoggiate in campo..

La divisa casalinga è rappresentata dal tradizionale completo biancoverde, una combinazione di colori piuttosto insolita converse bianche basse nel calcio italiano e che identifica inequivocabilmente l’Avellino nel nostro panorama calcistico, La casacca, quasi completamente verde, presenta un colletto alla coreana bianco sul quale è stampato, nella parte posteriore, il nome della squadra seguito dal suo anno di fondazione: “A.S, Avellino 1912”, Rispetto alla maglia della passata stagione, si nota un maggiore utilizzo del bianco, presente oltre che nel colletto anche nel grosso inserto che decora le maniche..

Un interessante elemento che caratterizza l’intera collezione proposta da Givova è l’immagine di un lupo, storico simbolo del club irpino, stampato tono su tono sul fianco sinistro della maglia. Questa nuova rappresentazione del lupo, raffigurato con un’espressione poco aggressiva, non decora soltanto le uniformi da gara ma contraddistingue anche numerosi oggetti e gadget venduti nello store ufficiale della squadra. Sul petto è cucito lo stemma societario che consiste in uno scudo biancoverde che racchiude al suo interno tre elementi: una testa di lupo, questa volta stilizzata, il nome del club e il suo anno di fondazione. Al centro della maglia, appena sotto al colletto, è ricamato il lettering dello sponsor tecnico Givova, rappresentato anche dai due loghi posti sulle maniche.

Sul pannello posteriore, occupato per la seconda stagione dallo sponsor unico NGM, sono applicate le numerazioni, proposte in un carattere squadrato, sovrastate dai converse bianche basse nomi dei calciatori, I pantaloncini che compongono la divisa casalinga sono bianchi, ornati da una riga verde che li attraversa verticalmente su entrambi i lati, Completano la divisa calzettoni verdi con lo stemma societario sulla parte frontale e il nome del club posto verticalmente lungo la parte posteriore, A seconda dell’avversario, la squadra irpina è scesa in campo indossando un completo verde o una divisa composta da maglia verde abbinata a pantaloncini e calzettoni bianchi..

Curiosità: la versione attuale verde smeraldo è stata proposta soltanto a partire dalla partita contro il Vicenza valida per la quattordicesima giornata. La maglia utilizzata fino a quel momento presentava una colorazione più scura, vicina al verde bottiglia; una variante a mio avviso più accattivante ed aggressiva rispetto a quella attuale, ma che mal si abbinava ai pantaloncini e ai calzettoni colorati di un verde più chiaro. Per la maglia da trasferta, Givova propone lo stesso modello utilizzato per la versione home a colori invertiti. La maglia bianca è arricchita quindi dal colletto verde, colore che riempie anche l’inserto posto sulle maniche.

Anche nelle partite giocate lontano dal Partenio gli irpini sono accompagnati dalla figura vigile del lupo posta sul fianco sinistro, esaltata dalla colorazione bianca, Gli sponsor e i loghi del brand Givova mantengono la stessa posizione occupata nella prima maglia, Le personalizzazioni sono applicate in verde, L’attuale divisa away ha visto il suo esordio in campionato soltanto alla ventesima giornata, disputata il giorno della vigilia di Natale a Trapani, anche se va detto che per la particolarità dei suoi colori, la divisa casalinga è stata spesso utilizzata anche nelle gare in trasferta, La versione away precedente era caratterizzata da un semplice completo bianco con loghi Givova neri converse bianche basse e numerazioni verdi..

La collezione termina con una terza divisa, mai utilizzata dai lupi fino a questo momento, Il modello è lo stesso precedentemente descritto converse bianche basse declinato in un’audace combinazione di colori: casacca nera con colletto ed inserti oro, Anche in questa maglia ritroviamo la figura del lupo stampata tono su tono sul fianco sinistro, Le personalizzazioni sono dorate, come i loghi dello sponsor tecnico, Completiamo la nostra panoramica sulle divise dell’Avellino con una special edition : la maglia disegnata appositamente per il primo “Memorial Nicola Taccone”, triangolare estivo disputato da Avellino, Parma e Bordeaux in memoria del padre del presidente dell’Avellino Walter Taccone..



Recent Posts